Titolo del corso Autobiografia: la lettura come riconoscimento e differenziazione

conduce il corso:
Matilde Cesaro

Il pensiero autobiografico: ciò che di fatto si è stati, si è fatto, si è, un universo evocatore per ascoltare, ascoltarsi.

L’autobiografia: una possibilità per “leggersi”, per ritrovare parti di sé, per ricostruire frammenti di vita personale, per ampliare e strutturare prospettive e confrontarsi con punti di vista diversi, per sentirsi parte di un percorso comune sia pur col proprio passo, col proprio ritmo, per ampliare il proprio linguaggio affettivo, per appropriarsi di metafore, di silenzi, di pause. Per identificare il proprio cammino e ricomprendere alcuni passaggi chiave. Per riaprire i libri della propria biblioteca interiore e trovare ogni genere letterario all’interno degli scaffali della memoria.

Dall’autobiografia del passato all’autobiografia del tempo attuale, il desiderio di ricordare tra autore, narratore e lettore, alla ricerca dei molti ruoli, delle molte parti interpretate in un determinato momento o istante di vita.

Obiettivi formativi
Leggersi attraverso le parole degli altri
Un abbecedario delle emozioni
Un po’ narratori, un po’ lettori
Dal ricordo individuale a quello collettivo
Andare per autobiografie

Formatori/Relatori
Matilde Cesaro
mail tutor: formazione@lanapolibaridellalettura.org

Modalità di erogazione del corso
in presenza

Materiali e tecnologie usate
Testi da consultare, slide (se possibile) come traccia del percorso. Per i laboratori è sufficiente un taccuino e la penna

Sedi fisiche di svolgimento
NA: Biblioteca Annalisa Durante VIA Vicaria Vecchia 23 (Forcella) NAPOLI

Scarica il programma